Prolusione del Card. Angelo Bagnasco al Consiglio Episcopale Permanente – Roma, 25/27 gennaio 2016

Nella bella prolusione al Consiglio Episcopale Permanente che fa seguito al V Convegno nazionale della Chiesa italiana di Firenze, il Cardinale Angelo Bagnasco, si è soffermato sul tema della famiglia, “tesoro inesauribile e patrimonio universale” attingendo spesso alle belle parole che Papa Francesco offre alla Chiesa.

Assieme al Papa, il cardinale Bagnasco ricorda che i figli “non sono un problema di biologia riproduttiva” ed inoltre, facendo anche riferimento a ciò che viene accolto nella Costituzione, richiama che, secondo la Dottrina Sociale della Chiesa, la famiglia è “soggetto titolare di diritti inviolabili, trova la sua legittimazione nella natura umana e non nel riconoscimento dello Stato” e che “essa non è, quindi, per la società e per lo Stato, bensì la società e lo Stato sono per la famiglia” e ricorda che  “non può esserci confusione tra  la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”.

Tutto questo nello spirito di “Ogni nostra parola, come sempre, vuole essere rispettosa dei ruoli, e ha lo scopo di contribuire alla difficile costruzione del bene comune: nasce dall’amore per il nostro Paese e dalla missione di servire anche dando voce alle  preoccupazioni della gente comune, accanto alla quale abbiamo la grazia di vivere.”

Testo integrale della prolusione.